Il Palazzo d'Inverno

L’Associazione Italia Russia in collaborazione con Adenium Soluzioni di viaggio propone un itinerario esclusivo a San Pietroburgo in compagnia di Paolo Nori.

31 marzo 2017 ore 19.00
PRESENTAZIONE DEL VIAGGIO
Associazione Italia Russia
Milano via Cadore, 16
Tel. 02 8056122
info@associazioneitaliarussia.it

 

PAOLO NORI è nato a Parma, abita a Casalecchio di Reno. È scrittore e traduttore. Tiene pubblici discorsi, pubbliche letture e il blog www.paolonori.it. È anche conoscitore appassionato della Russia e della letteratura russa. È il curatore e l’accompagnatore in questo itinerario, che racconta così:

“In questo viaggio a San Pietroburgo, la più astratta e premeditata città del globo terrestre, secondo una celebre definizione di Dostoevskij, proveremo a raccontare la città attraverso i suoi scrittori; se si apre un qualsiasi manuale di storia russa, si vede che gli scrittori russi, Puškin, Gogol’, Dostoevskij, Tolstoj, Lermontov, Turgenev, l’Achmatova, Esenin, Bulgakov, Gor’kij, Brodskij, Eren’burg, hanno avuto un’importanza, nella storia a loro contemporanea, inimmaginabile, fuori dalla Russia. I primi dell’ottocento, per esempio, non vengono ricordati come l’epoca dello zar Nicola, ma come l’epoca del poeta Aleksandr Puškin. Una guida americana di San Pietroburgo comincia dicendo che, in Russia, un poeta ha la stessa fama che in America ha un giocatore di baseball. Questa cosa, chissà come mai, continua fino a oggi, se si considera che, in questi ultimi anni, uno dei principali avversari del potere, in Russia, è stato Limonov, lo strano scrittore di cui ha parlato Carrère in un celebre libro.

Ecco, noi (nell’estate del centenario della rivoluzione russa) proveremo a seguire le tracce che Puškin, Gogol’, Lermontov, Dostoevskij, Esenin, Achmatova, Brodskij, Charms, Chlebnikov e altri hanno lasciato in questa astratta, premeditata e stupefacente città. Non è richiesta la conoscenza del russo, né una particolare conoscenza della letteratura russa, ma verrà consigliata una bibliografia e verrà impartita, come si dice, un’alfabetizzazione del cirillico.”

SCARICA IL PROGRAMMA