pixartprinting-template-grande-formato-manifesti(1)

In anteprima all’ANTEO SPAZIO CINEMA di Milano
mercoledì 7 maggio ore 20.30
IL TRENO VA A MOSCA
un film di Federico Ferrone e Michele Manzolini (70’)
Alla presenza degli autori e di Emanuela Martini, direttore del Torino Film Festival

e in replica
Cinema APOLLO dall’8 maggio
Cinema BELTRADE dal 15 maggio
Auditorium SAN FEDELE dal 20 maggio

Esce il 7 maggio in tutta Italia, Il Treno va a Mosca, film rivelazione del 31° Torino Film Festival, unico documentario in concorso e vincitore del Premio giovani artisti 2013-sezione cinema della Fondazione culturale San Fedele di Milano.
Il film racconta la “fine di un mondo” attraverso lo sguardo e i filmati 8mm del barbiere comunista Sauro Ravaglia che nel 1957 partì insieme ai suoi compagni dalla “rossa” romagna per visitare l’Unione Sovietica in occasione del Festival Mondiale della gioventù. Ma cosa succede quando si parte per filmare l’utopia e ci si trova di fronte la realtà?
Prodotto da Kiné, Vezfilm in associazione con Apapaja, Fondazione Culturale San Fedele, Home Movies e Cineteca di Bologna e distribuito da Luce- Cinecittà, il film si avvale del montaggio di Sara Fgaier (La Bocca del lupo) e delle musiche originali di Francesco Serra.

“Un poema lirico, visivo, musicale, politico, umano, esistenziale, storico, comico, struggente su cosa voleva dire il comunismo italiano”
Paolo Virzì
“Un documentario onirico “5/5 *****
LEE Marshall, INTERNAZIONALE
“Una ‘fetta’ di vita vera che riprende vita grazie al cinema, ben più autentica e toccante di qualsiasi immagine ricostruita ”
Paolo Mereghetti- IL CORRIERE DELLA SERA
“Il racconto di una Russia che non c’è mai stata e un’Italia che non c’è più”
Alberto Crespi- L’UNITA’

Per informazioni, foto e pressbook: www.iltrenovaamosca.it/stampa
Ufficio Stampa: Marlon Pellegrini- Istituto Luce Cinecittà, Cell.: 334 9500619; m.pellegrini@cinecittaluce.it